IL SOFFIO DELLO SPIRITO

Gli occhi chiusi, le braccia alzate, i corpi che oscillano al ritmo di una musica sempre più intensa e fragorosa: non siamo in una chiesa cattolica né in una moschea mussulmana, ci troviamo in uno scantinato completamente rimesso a nuovo e meravigliosamente ristrutturato, che contrasta col degrado dei capannoni circostanti. E’ il luogo di culto dei Pentecostali di Bologna.
Il Pentecostalismo è un movimento afroamericano, nato ai primi del ‘900 in America, derivante da una corrente di “risveglio” del mondo Protestante. Quel movimento, costituito da poche centinaia di adepti, si è trasformato oggi in un fiume impetuoso che ha superato il mezzo miliardo di fedeli, di cui seicentomila solo il Italia, spostando verso il sud del mondo la traiettoria dell’evoluzione cristiana. Prima che Papa Francesco ne riconoscesse la cristianità, nella nostra cultura europea non era previsto un Quarto cristianesimo e “Setta” era l’etichetta relegata a tutto ciò che stava al di fuori dalle tre chiese europee: Cattolica, Protestante e Ortodossa.
La potenza dei suoni ottenuta con una strumentazione audio di ultima generazione, le parole del pastore che diventano urla, i movimenti del corpo che portano alcuni a cadere a terra, a rotolarsi, a ballare e a saltare, generano un diffuso stato di trance che accomuna i fedeli presenti… tutti invocano lo Spirito Santo affinché manifesti il suo potere e li liberi da peccati, malattie e magia nera.

loading